Ania: Tariffe assicurazioni in calo, premio rc auto -5,6% in I trim.

Roma, 2 lug. (LaPresse) - Dopo due anni in cui il premio medio della copertura rc auto ha registrato incrementi complessivamente pari al 10,7%, nel 2012 risulta invece sostanzialmente stabile (+0,7%). E' quanto si legge nel rapporto dell'Ania 'L'Assicurazione italiana 2012-2013', che sottolinea che nel primo trimestre il premio medio è addirittura calato del 5,6% rispetto ai primi tre mesi del 2012. In gennaio-marzo la raccolta premi rc auto è diminuita del 6,1%, mentre il numero dei veicoli assicurati è calato dello 0,5%.

Il premio medio rc auto "incluse le tasse, è calato da 560 a 525 euro", ha detto il presidente dell'Ania, Aldo Minucci, intervenendo all'assemblea annuale. Minucci ha spiegato che "moltiplicato per il numero di veicoli assicurati, determina una riduzione complessiva dei premi pari a 1,5 miliardi". Il presidente Ania ha inoltre spiegato che "in particolare, dal settembre 2012 al maggio scorso il premio medio delle coperture è sceso di circa il 6%". Minucci ha riferito che nel 2012, dopo tre esercizi negativi, con perdite complessive pari a 1,6 miliardi, il risultato tecnico è tornato positivo per 1,9 miliardi di euro.

Nel rapporto Ania si legga ancora che la raccolta italiana ed estera delle assicurazioni italiane, al loro di cessioni e retrocessioni, è stata pari nel 2012 a 108 miliardi di euro ed è diminuita del 4,6%, a fronte della flessione dell'11,9% registrata nel 2011. Al risultato hanno contribuito negativamente sia il comparto danni, che ha registrato una diminuzione del 2,8% (+2,6% nel 2011), sia quello vita, i cui premi sono diminuiti del 5,5% (-17,7% nel 2011). Il risultato tecnico del conto complessivo del ramo danni è stato positivo per 2,8 miliardi, ossi l'8,5% dei premi (rispettivamente, 106 milioni e 0,3% nel 2011). Un risultato tecnico positivo, 6,9 miliardi, pari al 10% dei premi, è stato registrato anche nei rami vita (rispettivamente, -3,3 miliardi e -4,5% nel 2012). Al netto della tassazione, il risultato complessivo del settore evidenzia nel 2012 un utile di 5,8 miliardi di euro, a fronte della perdita di 4,4 miliardi del biennio precedente. In particolare l'utile del settore danni è stato pari a 600 milioni di euro (-1 mld nel 2011), mentre quello relativo al settore vita è stato pari a 5,1 miliardi (-2,6 mld nel 2011). Nel 2013 il totale dei premi contabilizzati dalle assicurazioni italiani salirà a 114 miliardi di euro, con un aumento dell'8,8% rispetto allo scorso anno.

L'assemblea Ania è stata anche teatro di un botta e risposta tra il presidente Minucci e il suo omologo Ivass, Salvatore Rossi. Il nuovo sistema di assicurazione rc auto deve essere "equo, corretto, trasparente e in linea con le migliori esperienze internazionali e con gli auspici, da troppo tempo delusi, di tutti i cittadini italiani", ha detto Rossi, dopo che Minucci aveva risposto alla critica di scarsa concorrenza rivolta nei giorni scorsi alle assicurazioni italiane proprio dall'Ivass. "Non ha fondamento", ha affermato il numero uno Ania. Rossi ha quindi annunciato che partirà in settimana il tavolo di confronto sulla situazione delle rc auto in collaborazione con l'Antitrust.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata