Alitalia, Ue apre indagine su legittimità prestito da 400 mln

Milano, 28 feb. (LaPresse) - La Commissione europea ha avviato un'indagine approfondita per valutare se il prestito di 400 milioni di euro concesso da Roma ad Alitalia costituisca un aiuto di Stato e se sia conforme alle norme sugli aiuti di Stato alle imprese in difficoltà. Lo annuncia una nota di Bruxelles, che precisa che l'apertura dell'indagine è un passaggio formale che permette ora all'Italia e alle altre parti interessate l'opportunità di esprimere le proprie opinioni. La Commissione sta lavorando a stretto contatto con le autorità italiane in materia. Alla fine del 2019, ricorda l'antitrust Ue, le autorità italiane hanno annunciato che avrebbero concesso un nuovo prestito di 400 milioni di euro ad Alitalia per facilitare la razionalizzazione della società al fine di tentare di vendere le sue attività. L'esecutivo europeo cita "una serie di denunce" arrivate sul tavolo della concorrenza Bruxelles che sostengono la presunta illegittimità del sostegno finanziario alla ex compagnia di bandiera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata