Alitalia, gli esuberi si riducono a quota 1.244: accordo in vista

Milano, 9 lug. (LaPresse) - Alitalia, governo e sindacati trattano a oltranza per chiudere la questione degli esuberi entro il fine settimana. Martedì è atteso a Roma James Hogan di Etihad che, ufficialmente, presenterà il nuovo volo tra la Capitale e Abu Dhabi.

Per quella data il manager si aspetta di trovare sul tavolo il via libera di banche e sindacati al suo progetto. E' quanto ricostruisce 'la Repubblica', secondo cui le parti avrebbero trovato un punto di caduta se non indolore, quanto meno più gestibile: tra le ipotesi, quella più accreditata parla di 1.244 unità a rischio di cui 777 già in cassa integrazione volontaria. Per i restanti 467, coloro che rischiano di non avere un futuro lavorativo, non ci sono ancora soluzioni chiare all'orizzonte ma il governo e i sindacati stanno lavorando per non lasciare per strada nessuno di loro. Una riduzione di oltre mille posti, dunque, che dovrebbe rendere più rapido il confronto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata