Alitalia, Discepolo nuovo commissario. Fatturato 2018 oltre i 3 miliardi

L'avvocato è un professionista nel settore delle procedure concorsuali e del risanamento aziendale

Nuovo volto per Alitalia. Mentre Fs è al lavoro sulla due diligence e tratta con Delta, Easyjet e Lufthansa, il ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio ha nominato Daniele Discepolo nuovo commissario straordinario dell'ex compagnia di bandiera. L'avvocato esperto in risanamenti aziendali sostituisce così il dimissionario Luigi Gubitosi, diventato nel frattempo ad di Tim, andando a comporre una nuova triade con Stefano Paleari ed Enrico Laghi. Come già avvenuto nel maggio 2017 all'apertura dell'amministrazione straordinaria della compagnia aerea Alitalia, il Mise spiega che "si è deciso anche in questa occasione di affrettare il più possibile i tempi, al fine di procedere celermente alla sostituzione del commissario dimissionario Gubitosi e alla luce della delicatissima fase della procedura di cessione dei complessi aziendali della società".

Discepolo vanta una lunga carriera: nato nel 1947, nel 2010 è stato commissario per la compagnia charter Livingston ceduta poi a Toto e anche di Valtur, oltre che in passato membro del cda di Mps e Piaggio. Per il neoarrivato c'è subito una buona sorpresa, con numeri positivi per l'azienda. Secondo i dati annunciati dal commissario straordinario Stefano Paleari, infatti, a novembre la compagnia aerea ha registrato un aumento dei ricavi passeggeri dell'8,2% rispetto a novembre 2017, chiudendo i primi 11 mesi del 2018 con un +7,1%. Bene anche i passeggeri, aumentati a novembre del 4,6%. Ciliegina silla torta, Alitalia chiuderà il 2018 con un fatturato oltre i 3 miliardi.
Un po' di ossigeno insomma, che arriverà anche nelle prossime ore quando verranno concessi con un decreto altri sei mesi, fino al 30 giugno 2019, per rimborsare i 900 milioni di euro più interessi (circa un miliardo totale) del prestito ponte. Il termine sarà prorogato dall'attuale 15 dicembre 2018 fino a giugno 2019.

Fs ad ora ha inviato un'offerta vincolante per Alitalia e le interlocuzioni con i vettori internazionali sono stati definite "in fase avanzata". Nei piani del governo c'è la creazione di una newco guidata da Ferrovie e con il coinvolgimento del Ministero dell'Economia, attraverso conversione in equity di una parte del prestito.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata