Alimenti, Canada apre a bovina Ue. Confagricoltura: Conferma qualità

Roma, 21 ott. (LaPresse) - Confagricoltura esprime soddisfazione per il lavoro svolto dalle istituzioni nazionali e comunitarie per la riapertura delle frontiere canadesi alle importazioni di carne bovina dall'Unione europea, bloccate dal 1996 a seguito della crisi per la Bse. "Ancora una volta l'audit da parte di una delegazione straniera - spiega l'organizzazione degli imprenditori agricoli - ha confermato l'efficienza dei sistemi di controllo e della qualità della carne bovina prodotta nel nostro Paese. La riapertura delle frontiere canadesi è un risultato importante sul fronte delle esportazioni che permetterà, direttamente e indirettamente, di tonificare anche il mercato interno del settore che, in Italia, sta vivendo un momento di forte difficoltà".

Confagricoltura auspica che le istituzioni intervengano al più presto per prevedere incentivi sul fronte del credito, attività di promozione e di corretta informazione al consumatore sulle proprietà della carne, e per intraprendere un percorso di valorizzazione delle carni prodotte nel nostro Paese. Anche la rivisitazione della Pac di medio termine, a parere dell'organizzazione, potrà essere un'occasione utile per riequilibrare la difficile situazione che vivono gli allevatori italiani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata