Alcoa, Fim Cisl: Questo è il momento per giocare a carte scoperte

Milano, 22 dic. (LaPresse) - Si è appena concluso l'incontro Alcoa alla presenza del ministro Federica Guidi e del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti. Il ministro ha comunicato che è appena arrivata la comunicazione formale da parte della Commissaria Europea alla Concorrenza Margrethe Vestager che da disponibilità alla proroga della superinterrompibilità (che dovrà essere prorogata nel prossimo mille proroghe) di partenza con 2 anni(rinnovabili) ad un costo di 170.000mw corrispondenti con ulteriori misure di efficientamento a 26,5Mw/h per la centrale di Portovesme. E quanto riporta in una nota il segretario generale della Fim Cisl, Marco Bentivogli. "La proposta è stata illustrata a Glencore che ha apprezzato la riduzione del costo dell'energia ma ha ritenuto i 2 anni rinnovabili, insufficienti e si prenderà fino al 20 gennaio per una risposta definitiva. Alcoa in questo periodo si impegna a non procedere con ulteriori atti unilaterali" spiega Bentivogli.

"Nel frattempo si è presentato un altro investitore industriale, Sider Alloys che ha giudicato interessanti le condizioni di costo energetico proposte e che sarebbe disponibile ad un investimento per aggiuntivo accanto allo smelter per la trasformazione dell'alluminio" spiega ancora il sindacalista. "Questo Gruppo si è impegnato a inviare un'eventuale formale manifestazione di interesse entro venerdì". "Per noi - ha concluso Bentivogli - è il momento di chiudere positivamente questa vertenza. È il momento di giocare a carte scoperte e valutare le volontà reali di acquisizione e ripartenza dello smelter. I lavoratori passeranno l'ennesimo Natale con la fabbrica chiusa. Entro gennaio serve questa chiarezza perché ogni settimana diminuisce la copertura degli ammortizzatori sociali per i lavoratori dell'indotto e alla fine del 2016 riguarderà anche i diretti, quadro che sta da troppo tempo mettendo in ginocchio il Sulcis. Il sottosegretario De Vincenti ha dato disponibilità ad un incontro nel mese di gennaio per verificare con il Ministero del lavoro le problematiche relative alla copertura degli ammortizzatori sociali" conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata