Al Demo Day 40 start up Tim: innovano business, migliorano la vita

Roma, 30 nov. (LaPresse) - Placchette per aiutare le persone con problemi di udito in ambiente domestico: si chiamano IntendiMe e rilevano con precisione il suono della fonte sonora su cui sono posizionate e inviano un segnale sullo smartphone o su un bracciale dell'utente, facendolo vibrare o illuminandolo.

E' uno dei tanti progetti in vetrina oggi a Roma all'Ex Dogana all' evento 'Demo day di Open Innovation di 'TIM #Wcap Accelerator', che ha riunito 40 startup digital già vincitrici di di 25.000 euro ciascuno, per un totale di 1 milione di euro, ora in fase di accelerazione negli incubatori di TIM a Milano, Roma, Bologna e Catania, insieme ad 8 startup vincitrici di menzioni speciali.

Le placchette di IntendiMe, destinate ad anziani e sordi totalie parziali, richiedono per il loro sviluppo per il mercato capitali per 250 mila euro. "L'idea della start up - fanno sapere da IntendiMe - e' nata all'Universita' di Cagliari per far percepire i suoni nelle abitazioni ai non udenti ed e' nata perche' i genitori della nostra amministratrice delegata sono non udenti: abbiamo deciso cosi' di risolvere il problema delle persone sorde. E per farlo ci avvaliamo anche della collaborazione di un ingegnere che ha problemi di sordita'".

"Il Demo Day 2015 del programma di Open Innovation di TIM #Wcap Accelerator - spiega Telecom in una nota - ha visto la partecipazione delle startup digital selezionate quest'anno per il percorso di accelerazione che hanno presentato il proprio progetto a investitori, stakeholder e influencer del settore, con l'obiettivo di supportare queste giovani realtà verso il lancio commerciale". Start up, che una volta selezionate,entrano nell'albo veloce che le certifica per diventare fornitori di Tim e che sono state protagoniste della giornata, cui e' intervenuto il Digital Champion Riccardo Luna insieme ai vertici di Telecom Italia.

"Il Demo Day - prosegue la nota - giunge dopo i primi 4 mesi di accelerazione di ogni edizione del TIM #Wcap Accelerator, periodo durante il quale le startup sono guidate da tutor e mentor qualificati in un percorso orientato alla crescita del progetto sia dal punto di vista tecnico sia di business. Sono previsti momenti d'aula, incentrati sui temi d'impresa, e occasioni di confronto e supervisione individuale. Dopo il Demo Day, per altri 8 mesi le startup potranno continuare a lavorare al loro progetto negli acceleratori TIM #Wcap Accelerator, beneficiando della mentorship e degli spazi di coworking".

Fra le start up presenti oggi all'ex Dogana ache Looqui, con sede a Torino, che ha progettato un telefono per sordociechi. Con questo sistema basato sulla Lst, lingua dei segni tattile, il sordocieco segna il messaggio davanti a una camera che cattura il segno e lo manda tramite web in remoto a due braccia robotiche che riproducono il messaggio". Il sordocieco- spiegano da Looqui srl - può così comprendere il messaggio esplorando braccia e mani antropomorfiche lowcost stampate in 3D". Una idea il cui svilupporichiede 300 mila euro di capitale.

Dal 2009 a oggi TIM #Wcap Accelerator ha raccolto oltre 8000 progetti, supportato 268 startup e assegnato 5,5 milioni di Euro". "Ogni anno - spiegano da Telecom- TIM #Wcap Accelerator prevede inoltre eventi di networking organizzati per favorire il confronto con startupper di successo, imprenditori, business angel e Venture Capital. Le startup selezionate entrano subito nell'Albo Veloce del Gruppo Telecom Italia che le certifica per diventare fornitori dell'azienda. E già nella fase di accelerazione hanno riscontri da parte delle business unit aziendali che, grazie al Basket Innovazione, un budget dedicato, sono incentivate all'acquisto delle loro soluzioni. Alcune delle startup TIM #Wcap Accelerator hanno inoltre la possibilità di beneficiare direttamente nel proprio capitale dei seed investements di TIM Ventures, il corporate venture capital del Gruppo Telecom Italia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata