Agcom: Taglio tariffe terminazione, 98 centesimi entro luglio 2013

Roma, 17 nov. (LaPresse) - Le tariffe di terminazione scenderanno per tutti gli operatori di telefonia a 0,98 centesimi entro il primo luglio 2013, cancellando le differenze esistenti che avvantaggiano H3G. Lo ha deciso il consiglio dell'Autorità delle comunicazioni che ha preso la decisione dopo la sollecitazione della Commissione Ue. La delibera finale, si legge in una nota dell'Agcom, conferma per tutti gli operatori gli obblighi di: accesso ed uso delle risorse di rete; trasparenza; non discriminazione; controllo dei prezzi e contabilità dei costi.

Dal primo luglio 2012, entreranno in vigore i seguenti valori per le tariffe di terminazione: per i tre principali operatori - Tim, Vodafone e Wind - sono stabilite rispettivamente in 2,50 centesimi di euro al minuto da primo luglio 2012, 1,50 centesimi dal primo gennaio 2013 e 0,98 centesimi dal primo luglio 2013; per H3G, le tariffe sono stabilite in 3,50 centesimi di euro al minuto dal primo luglio 2012, 1,70 centesimi dal primo gennaio 2013 e 0,98 centesimi dal primo luglio 2013.

"In tal modo, in linea con la richiesta della Commissione europea - scrive l'Agcom - la tariffa efficiente viene raggiunta già nel corso del 2013, con significativo anticipo rispetto al termine proposto in consultazione pubblica", il primo gennaio 2015. La piena simmetria tariffaria viene raggiunta il primo luglio 2013, con anticipo rispetto al termine previsto precedentemente. Le nuove tariffe definite dall'Autorità, si legge ancora nella nota, "collocano il nostro Paese in linea con quelli più virtuosi (Francia e Inghilterra) e a un livello significativamente inferiore a quelli di altri grandi partner comunitari".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata