Acea: Vendite auto a dicembre in Europa -16.3%, il 2012 Fiat a -16,1%

Bruxelles (Belgio), 16 gen. (LaPresse) - A dicembre le vendite di auto in Europa sono calate del 16,3% rispetto al 2001. Un calo così forte non si registrava dal dicembre 2008, si tratta del 15° mese di fila che le vendite scendono, lo rende noto l'Acea, l'associazione dei costruttori automobilistici europei. Il dato complessivo del 2012 equivale a quello del 1995 a quota 12.053.904 auto vendute, con un calo dell'8,2% rispetto al 2011, la seconda contrazione più forte dal 1993 quando il mercato calò addirittura del 16,9%. Oltre all'Italia che ha perso come noto a dicembre il 23%, male anche i mercati francese (-14,6%) e tedesco (-22,5%). L'unico mercato importante a crescere è stata la Gran Bretagna (+3,7%). In tutto a dicembre sono state vendute 799.407 auto. Guardando al dato complessivo del 2012 l'Italia come noto ha perso il 19,9%, male anche Francia (-13,9%), Spagna (-13,4%) e Germania (-2,9%) mentre cresce la Gran Bretagna (+5,3%).

Scorrendo i dati resi noti dall'Acea Volkswagen si conferma il primo gruppo automobilistico europeo a dicembre e nel 2012 con 2.977.416 auto vendute nell'anno con un calo dell'1,6%, a dicembre la flessione è stata del 16,2% a quota 186.347. Seguono Psa, Renault, Gm, Ford ed Fiat al sesto posto. Il Lingotto chiude l'anno europeo a quota 779.606 in calo del 16,1%, a dicembre la flessione è stata 17,8% a quota 49.311 auto vendute. Il brand Fiat ha perso il 14,9% a dicembre in linea con la flessione del 2012 pari al 15,2%. Ancora peggio sono andate Lancia/Chrysler e Alfa Romeo, si salva solo la Jeep che cresce del 10,9% a dicembre e su base annua del 15,6% a quota 25.673 auto vendute. Scorrendo la graduatoria dell'Acea subito dietro la Fiat c'è la Bmw, poi Daimler e Toyota prima della Nissan e delle coreane Hyundai e Kia, che sono anche le uniche in assoluto a chiudere l'anno in crescita, insieme alla Jaguar -Land Rover.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata