'il Fatto quotidiano': Visco indagato. Bankitalia: Non ne siamo a conoscenza

Milano, 20 ott. (LaPresse) - Stando a quanto riporta oggi 'Il Fatto quotidiano', il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, da settembre sarebbe indagato dalla Procura di Spoleto, insieme a sette amministratori e vigilanti della Banca Popolare di Spoleto, per corruzione per atto contrario ai doveri d'ufficio, truffa, abuso d'ufficio, infedeltà a seguito di dazione o promessa di utilità.

Il contesto è un'inchiesta sul passaggio della Banca Popolare di Spoleto (Bps) al Banco di Desio e della Brianza, deciso durante un commissariamento voluto da Bankitalia, poi annullato dal Consiglio di Stato. I soci della Popolare di Spoleto hanno presentato alla Procura un dettagliato esposto, firmato dall'avvocato Riziero Angeletti.

A seguire le indagini il pm di Spoleto, Gennaro Iannarone. Oltre a Visco sono indagati i commissari nominati da Bankitalia (Giovanni Boccolini, Gianluca Brancadoro e Nicola Stabile), i componenti del comitato di Sorveglianza (Silvano Corbella, Giovanni Domenichini e Giuliana Scognamiglio), oltre all'attuale presidente di Bps, Stefano Lado, che è il vicepresidente di Banco Desio.

BANKITALIA: NON A CONOSCENZA. Con riferimento alla notizia comparsa oggi su 'il Fatto Quotidiano' secondo cui il governatore della Banca d'Italia, ignazio Visco, sarebbe indagato in relazione alle vicende della Banca Popolare di Spoleto, la Banca d'Italia non è a conoscenza di alcuna iniziativa dell'autorità giudiziaria. Lo riferiscono fonti della Banca d'Italia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata