Ancora contratti di 4 settimane: Agcom multa Tim, Vodafone e Fastweb per 1,7 milioni

E Federconsumatori avverte: "Invitiamo tutti i cittadini a prestare attenzione alle condizioni contrattuali, a rifiutare e segnalarci tutti i contratti che non sono a norma e non hanno cadenza mensile".

 L'Agcom sanziona nuovamente gli operatori in relazione alla fatturazione a 28 giorni. Dopo le multe dello scorso anno, questa volta nel mirino dell'Autorità sono finite Tim, Vodafone e Fastweb, per un totale di 1,7 milioni. Le compagnie, infatti, promuovevano "offerte di telefonia fissa, anche di tipo convergente, con cadenza di rinnovo e di fatturazione sulla base di 4 settimane e non mensile o suoi multipli".

A comunicarlo è Federconsumatori in una nota. "Il Dl Fisco di Dicembre 2017 era stato, invece, molto chiaro nel fissare con cadenza mensile la fatturazione. Un atteggiamento inaccettabile quello delle compagnie, che in totale dispregio delle norme e delle delibere emesse, nonché degli interessi e dei diritti dei consumatori", sottolinea l'associazione in difesa dei consumatori. "È necessario, in tal senso, è necessario mettere finalmente un punto fermo anche alla questione dei rimborsi per tutti, anche per chi ha effettuato il cambio di operatore, facendo prevalere le ragioni dei consumatori sugli interessi economici delle aziende", si legge in una nota. "Invitiamo tutti i cittadini a prestare attenzione alle condizioni contrattuali, a rifiutare e segnalarci tutti i contratti che non sono a norma e non hanno cadenza mensile".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata