La carta vale per l'acquisto di beni alimentari di prima necessità, carburanti e abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblico locale

A circa un anno dalla sua inaugurazione, torna la ‘Social Card’. Giunta alla sua seconda edizione, la carta vale per l’acquisto di beni alimentari di prima necessità ma anche carburanti o in alternativa abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblico locale, con un importo aumentato a 500 euro (rispetto ai precedenti 460) destinati alle famiglie residenti in Italia, iscritte all’anagrafe comunale, con un Isee non superiore a 15mila euro e non titolari di altre misure di sostegno al reddito. E’ quanto si legge nel decreto attuativo visionato da LaPresse che arriva a poche ore dalla conferenza di presentazione della nuova carta, a cui parteciperanno il ministro per l’Agricoltura, Francesco Lollobrigida, la ministra del Lavoro Marina Calderone con la viceministra Maria Teresa Bellucci e il numero due del Mef, Maurizio Leo.

 

La Card però non sarà utilizzabile immediatamente: entro un mese dalla pubblicazione del decreto infatti l’Inps fornirà ai Comuni gli elenchi dei beneficiari, e le nuove carte saranno operative solo a partire da settembre 2024. Secondo il testo approntato dai vari dicasteri, il numero complessivo delle carte assegnabili è di 1.330.000, da ritirare dai beneficiari presso gli uffici postali abilitati al servizio. A ciascun Comune è assegnata una quota pari al 50% del numero totale di carte, ripartita in proporzione alla popolazione residente, mentre il restante 50% è distribuito in base alla distanza tra il valore del reddito pro capite medio di ciascun Comune ed il valore del reddito pro capite medio nazionale, ponderata per la rispettiva popolazione.

Lollobrigida: “Al via a settembre per andare incontro a Comuni”

La Card parte a settembre perché i Comuni hanno segnalato la necessità di tempi maggiori per la distribuzione e “andare incontro a questa esigenza era un dovere, e inoltre la distribuzione nel periodo estivo è gravata da un flusso meno calcolabile e quindi più difficile da gestire”. Lo ha spiegato il ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida, alla presentazione della seconda edizione della carta ‘Dedicata a te’.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata