L'intenzione è di frenare l'inflazione con l'obiettivo di riportarla al 2%

La Fed alza i tassi di interesse sui Fed funds di 75 punti base all’1,5%-1,75%, per fermare la corsa dell’inflazione. Lo riferisce una nota della Federal Reserve al termine dell’ultimo incontro del Comitato federale (Fomc). E l’incremento più alto dal 1994.

La Fed annuncia che il Comitato continuerà a ridurre le proprie disponibilità di titoli del Tesoro, di debito delle agenzie e di titoli garantiti da ipoteca delle agenzie, come descritto nei Piani di riduzione delle dimensioni del bilancio della Federal Reserve pubblicati a maggio. Il Comitato è fortemente impegnato a riportare l’inflazione al suo obiettivo del 2%. Lo riferisce una nota della Federal Reserve al termine dell’ultimo incontro del Comitato federale (Fomc).

Fed taglia stime Pil Usa, in 2022 +1,7%, inflazione a 5,2%

La Fed taglia le stime della crescita americana prevedendo un Pil in crescita dell’1,7% per il 2022 e per il 2023 contro la precedente stima che era del +2,8% per quest’anno. Prevede inoltre che l’inflazione si attesti al 5,2% nel 2022 e al 2,6% nel 2023. Lo riferisce una nota della Federal Reserve al termine dell’ultimo incontro del Comitato federale (Fomc).

Powell: “Fed impegnata a ridurre inflazione, abbiamo strumenti per farlo”

“Siamo fortemente impegnati a ridurre l’inflazione. Abbiamo gli strumenti necessari per farlo”. Così Jerome Powell, presidente della Federal Reserve, durante la conferenza stampa al termine dell’ultimo incontro del Comitato federale (Fomc), osservando che nei passati due anni l’economia americana “si è dimostrata resiliente”.

Powell: “Rialzo tassi di 75 punti base non diventerà comune”

“Non mi attendo che aumenti da 75 punti base diventino comuni”. Così Jerome Powell, presidente della Federal Reserve, durante la conferenza stampa al termine dell’ultimo incontro del Comitato federale (Fomc).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata