Sarebbe il primo Paese al mondo: l'annuncio alla conferenza di Miami Bitcoin 2021

Rendere il bitcoin una valuta legale. E’ questa l’idea del giovane presidente di El Salvador, Nayib Bukele. In un videomessaggio inviato alla conferenza di Miami Bitcoin 2021, il 39enne ha annunciato che la prossima settimana presenterà al congresso del Paese un disegno di legge per utilizzare la criptovaluta come moneta reale. “A breve termine questo genererà posti di lavoro e contribuirà a fornire inclusione finanziaria a migliaia di persone al di fuori dell’economia ufficiale. Nel medio e lungo termine speriamo che questa piccola decisione possa aiutarci a spingere l’umanità almeno un po’ nella giusta direzione”, ha spiegato Bukele. Legalizzare il bitcoin, creato nel 2009 da Satoshi Nakamoto, sarebbe un unicum mondiale: la valuta ufficiale di El Salvador è il dollaro Usa. Circa un quarto dei cittadini provenienti da qui, infatti, vive negli Stati Uniti e l’anno scorso, nonostante la pandemia, ha inviato a El Salvador più di 6 miliardi di dollari di rimesse. Bukele, molto popolare nel Paese centroamericano e noto per la comunicazione via Twitter, ha spiegato che una grossa fetta di quei trasferimenti di denaro è stata concretamente persa per gli intermediari e con l’uso dei bitcoin potrebbe beneficiarne un milione di famiglie a basso reddito.

La situazione del Salvador

Il 70% della popolazione di El Salvador non ha un conto in banca e lavora nell’economia non ufficiale. Per Bukele legalizzare il bitcoin rappresenterebbe una mossa importante, in un momento in cui la concentrazione di potere nelle mani del presidente, gli attacchi a chi lo critica e l’aperto disprezzo per i controlli sul suo potere hanno suscitato alcuni malumori nei suoi confronti. La supermaggioranza del suo partito al Congresso ha però estromesso i giudici della Camera costituzionale della Corte suprema il 1 maggio e anche il Procuratore generale è stato sostituito. Tuttavia, Bukele ha un’ampia base di sostegno popolare, soprattutto a causa del totale fallimento dei partiti tradizionali del Paese che hanno governato negli ultimi 30 anni. Sul fronte Covid, Bukele è stato elogiato per aver ottenuto molti vaccini contro il virus e per aver eseguito un programma di vaccinazione di gran lunga più efficace dei Paesi confinanti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata