"In linea di principio, se tutto il sistema interviene faremo la nostra parte. Ma non faremo interventi isolati". Così Carlo Cimbri, amministratore delegato di Unipol ha risposto in merito a un possibile intervento del gruppo nel salvataggio di Veneto Banca e Popolare di Vicenza. "Nessuno ci ha chiesto nulla. Vediamo, nel caso, che cosa ci propongono", ha spiegato Cimbri a margine di una conferenza stampa a Milano, chiarendo che "non faremo interventi da soli. E neanche se non ci sarà un'adesione complessiva". In questo senso, l'a.d. ha ricordato quanto già fatto con Atlante, che ha visto il gruppo partecipare per 100 milioni di euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata