Berlino (Germania), 28 set. (LaPresse/Reuters) – La procura tedesca di Braunschweig, in Bassa Sassonia, ha aperto una indagine sull’ex amministratore delegato di Volkswagen, Martin Winterkorn. L’inchiesta sarà concentrata su “accuse di frode nella vendita di auto con dati sulle emissioni manipolati”, ha fatto sapere la procura.

Winterkorn ha lasciato il timone di Vw mercoledì scorso dopo il caso delle emissioni diesel truccate, il più grosso scandalo della storia per la casa tedesca che ha 78 anni. Due giornali tedeschi hanno scritto ieri che alcuni dipendenti della stessa Volkswagen e un fornitore avevano messo in guardia già anni fa dall’utilizzo di “strumenti manipolatori” per modificare i risultati dei test sulle emissioni in laboratorio. Le azioni di Volkswagen alla Borsa di Francoforte, nel primo pomeriggio di scambi, segnano un calo del 6,9 per cento a 107,60 euro.

Intanto Volkswagen ha sospeso i capi dell’area ricerca e sviluppo del proprio brand principale Vw, e dei marchi Audi e Porsche. Lo riferiscono fonti vicine al dossier. Il consiglio di sorveglianza aveva fatto sapere venerdì che un certo numero di dipendenti rischiano il posto in attesa di ulteriori chiarimenti sullo scandalo emissioni, senza fornire altri dettagli. Vw, Audi e Porsche non hanno voluto commentare l’indiscrezione.

Fonte Reuters – Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata