Milano, 5 giu. (LaPresse/Reuters) – Negli Usa si registrano 280.000 nuovi posti lavoro nei settori non agricoli maggio. Di questi 262.000 nuovi posti di lavoro sono stati creati nel settore privato. Il tasso di disoccupazione maggio sale al 5,5% dal 5,4% di aprile.

L’aumento del tasso di disoccupazione è dovuto all’entrata sul mercato del lavoro di molti appena usciti dai college. E si registra anche un aumento del tasso di partecipazione, attestatosi al 62,9% rispetto a quello del mese precedente. Il numero dei posti di lavoro creati, 280mila è superiore a quello delle attese degli analisti interpellati da Reuters che scommettevano su una crescita di circa 225 mila unità. I salari orari medi sono saliti dello 0,3% rispetto ad aprile e del 2,3% rispetto a maggio 2014.

Attestandosi al 2,3% sono il dato più alto da agosto 2013. L’economia Usa nel primo trimestre 2015 ha segnato una contrazione dello 0,7%. La situazione sembra migliorare con i salari pronti a crescere sullo scenario di un aumento della domanda di posti di lavoro. In più molti Stati hanno conservato il salario minimo mentre alcune grandi aziende stanno aumentando e paghe dei lavoratori. Anche il colosso Walmart ha annunciato un aumento per i suoi oltre 100mila lavoratori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata