(Finanza.com)

La banca Centrale Europea sarebbe pronta a rafforzare, già
da dicembre, le proprie misure di allentamento quantitativo valutando la carta
dell’acquisto di corporate bond sul mercato secondario. E’ questa l’ultima
ipotesi emersa oggi e che ha dato slancio ai mercati azionari europei che
viaggiano in forte rialzo a metà seduta. A Milano il Ftse Mib segna un +2,39%,+2,01% per Madrid, +1,77% per Parigi e +1,56% per Francoforte. Sul valutario
invece l’euro ha perso velocemente terreno contro il dollaro scendendo in area
1,276.

Possibile acquisto di bond societari da inizio 2015 
A dare la spinta al rally odierno dei mercati azionari è stata l’indiscrezione
secondo cui la Bce starebbe valutando l’acquisto di bond societari. A riferirlo
è stata l’agenzia di stampa Reuters citando fonti che vedono una possibile
decisione in merito a dicembre per poi far iniziare gli acquisti all’inizio del
prossimo anno.
La Bce, che ieri ha avviato il piano di acquisto di covered bond, con questa
ulteriore mossa andrebbe ad assecondare le sempre più pressanti richieste del
mercato di un impegno più massiccio a sostegno della debole congiuntura
dell’eurozona
che ha mostrato ulteriori segni di rallentamento nell’ultimo
mese.
Dall’Eurotower un portavoce della Bce ha precisato che “non è stata presa
alcuna decisione in merito”.

Piazza Affari in volata, Mps (+9%) guida riscossa delle banche
Piazza Affari segna un rialzo di oltre il 2% con l’indice Ftse Mib che ha
rivisto la soglia dei 19 mila punti. In forte calo lo spread Btp/Bund sceso in
area 165 punti base complice anche la reazione del Bund tedesco alla possibile
mossa della Bce con un rialzo dei rendimenti del titolo decennale tedesco. 
Sul listino milanese spicca il balzo di Mps (+9%) con tutte le principali banche in rialzo tra il 4 e il 5% in scia ai possibili acquisti di bond societari da parte della Bce. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata