Roma, 24 set. (LaPresse) – “Appare opportuno interrogarsi sull’idoneità della norma ad assicurare il maggior gettito atteso (600 milioni di euro), che concorre in maniera determinante ad assicurare la copertura dell’intero decreto legge 102/2013”. E’ quanto afferma la Corte dei Conti, in riferimento al decreto legge Imu-cig, nel corso di un’audizione davanti alle commissioni Bilancio e Finanze della Camera. La Corte dei Conti esprime, quindi, dubbi sulla copertura del decreto relativa alla chiusura del contenzioso con i concessionari di giochi pubblici.

“E’ doveroso – prosegue la Corte – esprimere perplessità nei confronti di una disposizione che si risolve in una contrapposizione fra comprensibili esigenze di gettito e salvaguardia delle pronunce giurisdizionali e dei principi costituzionali che in esse si trovano espresse”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata