Addio a Bort, il fumettista della Settimana Enigmistica: inventò il detto "Le ultime parole famose"

Aveva 92 anni, aveva divertito generazioni di lettori

È morto all'età di 92 anni Mario Bortolato, disegnatore e fumettista italiano noto come Bort. Il suo nome forse non è noto ai più, ma sono in pochi a non riconoscere in un attimo lo stile della sua matita che per 30 anni ha illustrato la rubrica della Settimana Enigmistica Le ultime parole famose.

Nelle sue vignette veniva riportata una frase pronunciata in maniera definitiva e poi smentita da un fatto successivo. Come l'uomo che dice: "È un banale mal di pancia, due pastiglie e passerà tutto" e poi finisce sul tavolo operatorio. O come lo studente che afferma: "Quando sarò laureato avrò un unico problema: scegliere il posto migliore!" e poi viene disegnato in ginocchio mentre supplica all'ufficio di collocamento. Le sue vignette nel corso degli anni sono diventate talmente famose da portare gli italiani a utilizzare il titolo della rubrica come un modo di dire. Chi non ha mai usato il detto "le ultime parole famose"? L'espressione fu coniata proprio da Mario Bortolato.

Nato a Salzano il 2 agosto 1926, l'artista si è spento nella notte del 19 gennaio scorso. La Stampa rende noto che il funerale sarà celebrato lunedì nella chiesa di San Giovanni Evangelista in piazza Ceriana, al quartiere Cristo, ad Alessandria, la città in cui ha vissuto e che sentiva sua.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata