Scoperta una nuova specie di dinosauro: il Galeamopus pabsti
Opera di due ricercatori dell'Università di Torino e dell'Università Nova di Lisbona

Due ricercatori dell'Università di Torino e dell'Università Nova di Lisbona hanno scoperto una nuova specie di dinosauro: il Galeamopus pabsti vissuto 150 milioni di anni fa nel Wyoming negli Stati Uniti. Ritrovato nel 1995 in Nordamerica durante alcuni scavi coordinati da un gruppo di ricerca svizzero guidato da Hans-Jakob "Kirby" Siber e Ben Pabst, questo fossile risale all'era Giurassica. A classificarlo sono stati due paleontologi Emanuel Tschopp (Università di Torino) e Octavio Mateus (Università di Lisbona) la cui ricerca sullo scheletro è iniziata nel 2012 con Kaatedocus Siberi.

Il Galeamopus pabsti è simile al famoso Diplodocus, ma ha gli arti più robusti e un collo particolarmente alto, e quasi triangolare verso la testa. Il suo nome si ispira a Ben Pabst, che ha trovato lo scheletro e l'ha preparato per il montaggio nel Sauriermuseum Aathal in Svizzera, dove costituisce una delle principali attrazioni. Specie simili al Galeamopus pabsti sono state ritrovate anche in Africa, Sudamerica e Europa, ma la diversità più alta si ha negli Usa: più di 15 specie di questi giganti, tra cui anche il famoso Brontosaurus excelsus, sono esistiti in Nordamerica. Una biodiversità che ha sorpreso i ricercatori che continuano i loro studi per comprendere come tali animali potessero essere sostenuti dell'ecosistema in cui vivevano.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata