Premio Strega, vince la Janeczek con la storia di Gerda Taro
Dopo 15 anni il riconoscimento tocca a una donna che ha raccontato la storia della grande fotografa morta a soli 26 anni durante la Guerra civile spagnola

Dopo 15 anni il Premio Strega torna a una donna. Helena Janeczek, nata a Monaco di Baviera in una famiglia ebreo-polacca e da oltre trent'anni trapiantata in Italia, si è aggiudicata il prestigioso riconoscimento con il romanzo La ragazza con la Leica, edito da Guanda, che lo conquista per la prima volta, interrompendo la lunga serie di Mondadori e Einaudi. Era dal 2003 che non veniva premiata una scrittrice, con Melania Mazzucco.

La somma dei voti elettronici e delle schede cartacee ha portato alla vittoria della 72esima edizione del premio di Helena Janeczek con 196 voti, seguita da Marco Balzano con Resto qui (Einaudi), 144 voti; Sandra Petrignani con La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg (Neri Pozza), 101 voti; Carlo D'Amicis con Il gioco (Mondadori), 57 voti; Lia Levi con Questa sera è già domani (Edizioni e/o), 55 voti.

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata