Premio Cairo 2018, l'arte contemporanea è pronta a svelare i suoi nuovi talenti

Palazzo Reale a Milano si prepara ad accogliere la cerimonia di proclamazione del vincitore e la mostra

Grazie alla consolidata collaborazione tra Comune di Milano-Cultura, Palazzo Reale e Cairo Editore, lunedì 15 ottobre la principale e prestigiosa sede espositiva milanese ospiterà la cerimonia di proclamazione del vincitore del Premio Cairo 2018.

Giuseppe Abate, Paolo Amico, Romina Bassu, Thomas Berra, Paolo Brambilla, Alessandro Calabrese, Gabriella Ciancimino, Valentina Colella, Fabrizio Cotognini, Matteo Fato, Daniele Franzella, Oscar Giaconia, Sophie Ko, Christian Leperino, Iva Lulashi, Carlo Miele, Isabella Nazzarri, Edoardo Piermattei, Nazzarena Poli Maramotti, Giorgio Tentolini sono gli artisti under 40 selezionati dalla redazione di Arte - il mensile di Cairo Editore leader di settore, diretto da Michele Bonuomo – chiamati a realizzare ciascuno un’opera inedita. L'autore dell'opera vincitrice si aggiudicherà 25.000 euro, il riconoscimento economico più importante nel panorama italiano per l’Arte contemporanea, oltre a un servizio dedicato e alla copertina del numero di dicembre di Arte.

La valutazione delle opere del Premio Cairo 2018 è affidata a una giuria che, tra conferme e nuove personalità di spicco dello scenario dell’Arte, resta fedele a una linea di altissimo profilo. Presieduto da Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Presidente della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino, il parterre dei giurati è composto da: Gabriella Belli, Direttore della Fondazione Musei Civici di Venezia; Bruno Corà, Storico e critico d’Arte, Presidente della Fondazione Palazzo Albizzini-Collezione Burri di Città di Castello e Gianfranco Maraniello, Direttore del Mart di Rovereto, che hanno già partecipato alle precedenti edizioni; Luca Massimo Barbero, Direttore dell’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Cini di Venezia; Mariolina Bassetti, Presidente Christie’s Italia e il maestro Mimmo Paladino, tra i principali esponenti della Transavanguardia, scelti per l'edizione di quest’anno.

Nato nel 2000 dalla comune passione del presidente Urbano Cairo e dell’allora direttore di Arte Nuccio Madera, il Premio Cairo nel tempo ha confermato la propria leadership diventando il premio d’Arte contemporanea più significativo in Italia. Il Premio Cairo nel corso delle 18 edizioni precedenti, ha visto pArtecipare 345 artisti: tra questi, ben 41 sono stati successivamente invitati ad esporre alla Biennale di Venezia nelle edizioni tra il 2000 e il 2017. Anche quest’anno sarà possibile seguire tutte le notizie e gli aggiornamenti del Premio Cairo su Instagram: @premiocairo - #premiocairo

Per il terzo anno consecutivo Palazzo Reale accoglierà inoltre l’esposizione dei lavori inediti realizzati dai 20 artisti under 40 della 19a edizione del Premio Cairo. Da martedì 16 a domenica 21 ottobre la mostra, a ingresso gratuito, sarà visitabile nei seguenti orari: martedì, mercoledì, venerdì, domenica 9:30-19:30; giovedì e sabato 9:30-22:30.

Le sale della prestigiosa sede espositiva milanese accoglieranno, inoltre, le opere dei vincitori delle edizioni precedenti: Luca Pignatelli (2000), Bernardo Siciliano (2001), Federico Guida (2002), Matteo Bergamasco (2003), Andrea Chiesi (2004), Valentina D’Amaro (2005), Chris Gilmour (2006), Fausto Gilberti (2007), Alice Cattaneo (2008), Pietro Ruffo (2009), Masbedo (2010), Giovanni Ozzola (2011), Loredana Di Lillo (2012), Laura Pugno (2013), Fabio Viale (2014), Alessandro Piangiamore (2015), Paolo Bini (2016), Serena Vestrucci (2017).

A Palazzo Reale saranno anche presenti i lavori dei 40 finalisti del Premio Arte - quest’anno in mostra nella Sala del Trono e nella Sala dei Ministri. La manifestazione, riservata agli artisti e agli studenti delle accademie e delle scuole d'arte che non hanno esposto in mostre personali di rilievo, è nata nel 1984 con appuntamenti biennali: dal 2000, in concomitanza con la nascita del Premio Cairo, l’appuntamento con il Premio Arte diventa annuale. Negli ultimi 6 anni sono stati oltre duemila i partecipanti al Premio Arte che è diviso in quattro categorie: pittura, scultura, fotografia e grafica. Ai vincitori, uno per categoria, viene assegnata una targa d’oro e una borsa di studio di mille euro assegnata per le stesse categorie agli studenti delle accademie e delle scuole a indirizzo artistico.

I 20 ARTISTI SELEZIONATI PER L’EDIZIONE 2018
Giuseppe Abate, nato nel 1987 a Bari, vive e lavora a Londra. 
Paolo Amico, nato nel 1987 a San Cataldo (CL), vive e lavora tra Torino e Palermo.
Romina Bassu, nata nel 1982 a Roma dove vive e lavora.
Thomas Berra, nato nel 1986 a Desio, vive e lavora tra Milano e Tangeri, Marocco.
Paolo Brambilla, nato nel 1990 a Lecco, vive e lavora a Milano.
Alessandro Calabrese, nato nel 1983 a Trento, vive e lavora a Milano.
Gabriella Ciancimino, nata nel 1978 a Palermo, vive e lavora tra Palermo e Tenerife, Spagna.
Valentina Colella, nata nel 1984 a Sulmona (AQ), vive e lavora a Introdacqua (AQ).
Fabrizio Cotognini, nato nel 1983 a Macerata, vive e lavora a Civitanova Marche (MC).
Matteo Fato, nato nel 1979 a Pescara dove vive e lavora.
Daniele Franzella, nato nel 1978 a Palermo dove vive e lavora.
Oscar Giaconia, nato nel 1978 a Milano, vive e lavora a Bergamo.
Sophie Ko, nata nel 1981 a Tbilisi, Georgia, vive e lavora a Milano.
Christian Leperino, nato nel 1979 a Napoli dove vive e lavora.
Iva Lulashi, nata nel 1988 a Tirana, Albania, vive e lavora a Milano.
Carlo Miele, nato nel 1989 a Napoli, vive e lavora tra Milano e Napoli.
Isabella Nazzarri, nata nel 1987 a Livorno, vive e lavora a Milano.
Edoardo Piermattei, nato nel 1992 ad Ancona, vive e lavora a Torino.
Nazzarena Poli Maramotti, nata nel 1987 a Montecchio Emilia (RE), vive e lavora a Norimberga, Germania.
Giorgio Tentolini, nato nel 1978 Casalmaggiore (CR) dove vive e lavora

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata