Camilleri, nuovo bollettino:  "Condizioni restano critiche ma ha una fibra straordinaria"
Camilleri, nuovo bollettino: "Condizioni restano critiche ma ha una fibra straordinaria"

I medici dell''ospedale Santo Spirito di Roma diffondono il secondo bollettino. Situazione stazionaria ma lo scrittore resta in prognosi riservata. E' ricoverato in rianimazione da lunedì per un arresto cardiaco.

Sono "stazionarie ma sempre critiche" le condizioni di Andrea Camilleri, ricoverato in rianimazione da lunedì per un arresto cardiaco. Lo spiegano i medici dell'ospedale Santo Spirito di Roma che, nell'ultimo bollettino medico diramato nel pomeriggio di martedì,  sottolineano la "forte fibra" dello scrittore. - "Non ci sono novità rilevanti rispetto al precedente bollettino medico - spiegano i sanitari -. La forte fibra del paziente sta consentendo di proseguire come programmato l'iter diagnostico-terapeutico, con l'intento di supportare e stabilizzare la funzione degli organi vitali". La prognosi rimane riservata.

Il paziente ha avuto un "brusco abbassamento pressorio" che ha portato all'arresto cardiaco, aveva spiegato Roberto Ricci, direttore del Dea dell'ospedale Santo Spirito. "I parametri sono in costante rilevazione e sono condizionati dai supporti meccanici e farmacologici". 

Camilleri, 93 anni, raggiunge il pieno successo con i suoi romanzi con protagonista il commissario Montalbano. Nella prima parte della vita, sino alla soglia dei 70 anni, il suo lavoro principale è stato è quello di regista teatrale e di sceneggiatore. La grande notorietà arriva fra il 1992 e il 1994 con i libri La stagione della caccia (ambientato nella Vigata dell'800) e in particolare con La forma dell'acqua, primo romanzo dedicato a Montalbano.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata