Il ritorno di Safran Foer: Eccomi, tra crisi di coppia e terremoti
Lo scrittore americano fa tappa a Milano con il suo ultimo romanzo

Si deve fare molta attenzione alle crepe quando si legge l'ultimo romanzo di Jonathan Safran Foer, "Eccomi" (Guanda). Sono crepe e poi voragini che si aprono in una famiglia ebrea di Washington: Jacob e Julia Bloch, tre figli, un vecchio cane incontinente e molte regole kosher da rispettare. Le scosse innescate dalla crisi di coppia arrivano - simbolicamente - fino in Israele, dove ci sono le loro radici, scatenando un violentissimo terremoto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata