I 90 anni di Piero Angela: "Al pianoforte coi miei amici jazzisti over 80"

Festeggiamenti speciali e in famiglia per uno dei protagonisti della storia della tv italiana

"Come festeggerò i miei 90 anni? Nella mia casa a Roma, davanti a nipoti e nipotini, mi esibirò al piano con un gruppetto jazz di ultra ottantenni. 'Vecchietti', jazzisti come me, che hanno sempre il piacere di ritrovarsi e fare insieme buona musica. E suoneremo ciò che amiamo da sempre". Festeggiamenti in famiglia, ma anche un po' speciali per Piero Angela, uno dei protagonisti della storia della televisione italiana, nato a Torino il 22 dicembre 1928, che racconta a LaPresse come trascorrerà il suo novantesimo compleanno.

Il giornalista, scrittore e padre della divulgazione scientifica in tv che ha firmato i programmi "Quark", "Superquark" e "Gli speciali di Superquark", seguiti per anni da milioni di telespettatori, è entusiasta della jam session che lo aspetta. Anche se davanti a un pubblico 'domestico' folto, ma sicuramente più ristretto di quello vastissimo che ha sempre avuto sul piccolo schermo.

Chi saranno i compagni di musica con cui spegnerà le sue 90 candeline?
"Jazzisti ex professionisti, che suonano ancora, ma ormai solo per piacere. Fra loro, anche il trombonista Dino Piana, che suonava nel complesso di Oscar Valdambrini e che si è esibito con i grandi del jazz in tutto il mondo. A casa mia saremo in tanti e ci saranno tutti i miei familiari".

Qualche consiglio per arrivare a 90 anni in forma come lei?
"Naturalmente bisogna allenarsi: la mente è come un muscolo. E se si sta fermi si atrofizza. Ma devo anche dire 'grazie' ai miei genitori e ai miei nonni, perché i geni contano".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata