Firenze, l'Orchestra di Toscana Classica interpreta Gershwin e Martucci
Firenze, l'Orchestra di Toscana Classica interpreta Gershwin e Martucci

Il concerto domenica 14 e lunedì 15 luglio all'Auditorium di Santo Stefano al Ponte Vecchio. In programma le musiche del genio americano di 'Rapsodia in blu 'e del compositore ribattezzato 'Il Brahms italiano' . Dirige Andrea Vitello

'Rhapsody in blue' e 'Girl crazy', due partiture di George Gershwin che hanno segnato l’immaginario novecentesco, trasformandosi in standard, sposando il cinema e il teatro saranno al centro del doppio concerto dell’Orchestra di Toscana Classica, domenica 14 e lunedì 15 luglio Auditorium di Santo Stefano al Ponte Vecchio (ore 21).  Direttore Andrea Vitello, pianista solista Fernando Ramsés Peña Díaz. Il programma si completa con “Momento musicale” di Giuseppe Martucci (il Brahms italiano, tra i pianisti prediletti da Toscanini) e con la prima assoluta del brano “Autoritratto” di Elvira Muratore, una fantasia per pianoforte e orchestra ispirata alla poetica di René Magritte. Andrea Vitello collabora con l’Orchestra della Radio Televisione della Grecia, l’Orchestra Sinfonica MÁV di Budapest, l’Orchestra Sinfonica di Salonicco, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, l’Orchestra da Camera de “I Solisti Russi”, la Korea Soloists Orchestra, l’ensemble Argento di New York, l’Orchestra Filarmonica di Koszalin, l’Orchestra Sinfonica di Khabarovsk. Tra le numerose uscite discografiche, spicca il recente cd realizzato con I Solisti della Scala, accolto con entusiasmo dalla critica.

Fernando Ramsés Peña Díaz si è laureato in pianoforte all’Università di Colima (Messico) per poi perfezionarsi con Pavlina Dokovska, Pierre Reach, Ana Poklevsky, Vladimir Markov, Jean Dubé, Vladimir Sokolov e Tatiana Gerasimova. Vincitore di numerosi, concorsi, spazia tra classica, jazz, musica popolare e proprie composizioni. Riconosciuta dalla Regione Toscana come prima struttura di produzione musicale under 35, l’associazione Toscana Classica ha come finalità quella di offrire ai suoi componenti opportunità professionali di qualità. L’Orchestra di Toscana Classica è formata da giovani professori d’orchestra, diplomati e laureati sia in Italia che all’estero. Dal 1999 ha all’attivo oltre 500 concerti.  Giunta alla 20esima edizione, la stagione di Toscana Classica è realizzata con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Toscana e Comune di Firenze, con il patrocinio di Città Metropolitana di Firenze.

Biglietto intero 15 euro. Biglietto ridotto a 12 euro per studenti (muniti di tesserino) e over 65 (muniti di un documento). Ai titolari della “Firenze Card” del Comune di Firenze è riservato uno sconto del 15% (o tre biglietti al prezzo di due).  Prevendite nei punti Box Office Toscana e online su Ticketone. Prevendita anche presso l’Auditorium di Santo Stefano al Ponte nei giorni dei concerti, dalle ore 10,30 alle 21.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata