E' morta Rossana Rossanda, fondatrice del 'Manifesto'
E' morta Rossana Rossanda, fondatrice del 'Manifesto'

La giornalista aveva 96 anni. Il decesso annunciato dal quotidiano sul suo sito

Addio alla giornalista Rossana Rossanda. E' morta a Roma la fondatrice del giornale 'Il Manifesto'. Aveva 96 anni.

Era nata a Pola il 23 aprile 1924. Compiuti gli studi a Milano, al Liceo classico Manzoni, aveva sostenuto con un anno di anticipo gli esami di maturità. Seguace del filosofo Antonio Banfi, aveva preso parte alla Resistenza e, alla fine del secondo conflitto mondiale, aveva aderito al Partito comunista italiano, del quale divenne una delle massime dirigenti. Per decisione di Palmiro Togliatti, le fu infatti affidata la responsabilità della politica culturale del PCI.

Nel 1968, con la pubblicazione del saggio 'L'anno degli studenti', Rossanda manifestò la sua adesione al movimento della contestazione giovanile. Iscrittasi al PCI nel 1946, nel 1958 entrò nel Comitato centrale e dal 1963 al 1966 ne diresse la sezione culturale. Deputata alla Camera dal 1963 al 1968. Poi, con Luigi Pintor, Valentino Parlato e Lucio Magri, partecipò alla fondazione del partito 'Il Manifesto' e dell'omonimo giornale nel 1969. Fu critica nei confronti del socialismo reale dell'Unione Sovietica e dei paesi del Blocco Orientale.

Accusata di frazionismo, fu radiata dal Pci dopo averne criticato le posizioni.Oltre a contribuire alla costituzione del movimento politico del Manifesto, militò poi nel PdUP per il comunismo dal 1976 al 1979. Lasciò Il Manifesto nel 2012 per divergenze con la nuova direzione. Del giornale è stata più volte direttrice, rappresentando una delle figure più autorevoli e rappresentative della testata. Insieme a Carla Mosca ha curato il libro intervista 'Brigate rosse. Una storia italiana', uscito nel 1994, con il capo terrorista Mario Moretti. Nel 2005 ha pubblicato la sua autobiografia, 'La ragazza del secolo scorso', mentre fra le sue pubblicazioni più recenti ci sono 'La perdita', 'Quando si pensava in grande'. 'Tracce di un secolo', 'Colloqui con venti testimoni del Novecento' (2013) e' Questo corpo che mi abita' (2018).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata