Camera ardente per Daverio, la moglie: "Aveva sensibilità fuori dal normale"

Dall 9.30 alle 18.30 è possibile salutare lo storico e critico d'arte alla Pinacoteca di Brera

"E' il caso di dire che non ho parole, vi ringrazio molto. Penso che sarà contento, gli piaceva che la folla lo amasse e ne ha avuto dimostrazione". Così Elena Gregori, moglie di Philippe Daverio, lo storico e critico d'arte morto il 2 settembre: "Aveva una sensibilità al di fuori del normale - ha proseguito - per capire le situazioni e per capire le persone". Dalle 9.30 alle 18.30 di oggi è allestita la camera ardente nella Sala della Passione della Pinacoteca di Brera mentre i funerali saranno celebrati il 4 settembre in forma privata.