Bosnia, murales per David Bowie inaugurato a Sarajevo
Svelato per commemorare l'impegno del musicista britannico durante la guerra 1992-1995

Un grande murales che ritrae David Bowie è stato svelato oggi a Sarajevo per commemorare il lavoro del musicista britannico durante la guerra di Bosnia. All'inaugurazione, avvenuta sulle note di 'Space oddity', hanno partecipato circa 300 persone. Sul graffito si legge la scritta 'La moda cambia ma voi sarete sempre i miei eroi'. Alto 13 metri e largo 10,5 metri, il disegno è stato pitturato da un gruppo di artisti su un edificio del campus universitario, a breve distanza dalla strada nota come Sniper Alley, la via dei cecchini durante la guerra, e intende simboleggiare il modo in cui la Bosnia è cambiata dalla fine della guerra del 1992-1995.

Il progetto è stato voluto dal gruppo 'Bowie Team Sarajevo'. Gli schizzi sono stati realizzati dall'illustratore di Marvel Enis Cisic e trasformati in murales dal pittore Zoran Herceg, che ha impiegato un mese e mezzo per completarlo. A promuovere l'iniziativa di un graffito che ritraesse Bowie, morto di cancro lo scorso 10 gennaio a 69 anni, è stato il musicista locale Vedad Trbonja. David Bowie non visitò Sarajevo, ma durante la guerra utilizzò la sua fama per provare ad aumentare la consapevolezza sulla guerra stessa e per raccogliere denaro a fini umanitari.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata