Milano, nasce "Memi", il festival per attivare la memoria
Milano, nasce "Memi", il festival per attivare la memoria

Invito a presentare progetti artistici di qualunque modalità espressiva che puntino a far conoscere e raccontare i luoghi del ricordo con il colinvolgimento dei cittadini

 "Dare nuova vita, attraverso l'arte, ai luoghi della memoria di Milano. È l'obiettivo del primo festival 'Memi', a Milano dal 13 al 15 settembre, che punta a coinvolgere artisti, performer e designer interessati a sviluppare progetti artistici per far conoscere o raccontare i luoghi della memoria. L'invito - si legge in una nota di Palazzo Marino - è aperto: si accettano proposte di idee realizzabili utilizzando un ampio spettro di linguaggi espressivi, quali performance, danza, installazione, pittura, fotografia, scultura, arte digitale, video art, sound design e altre forme di espressione multidisciplinari".

 "I progetti - prosegue la nota - dovranno coinvolgere attivamente i cittadini. Artisti o collettivi potranno presentare una sola proposta da realizzarsi in uno o più giorni del festival. Ogni proposta potrà riguardare uno o più luoghi e dovrà essere originale ma non necessariamente inedita. Le candidature dovranno essere presentate entro le ore 12 del 1° luglio. Per maggiori informazioni e per le modalità di presentazione delle candidature è possibile consultare il bando al sito www.me-mi.it/festival.

Il festival 'Memi' è inserito all'interno del progetto 'Memi - Attiviamo la memoria', con il patrocinio del Comune di Milano e la collaborazione della piattaforma 'Milano è memoria' e realizzato dall'associazione culturale Nuvolanove con il contributo di Fondazione Cariplo in partnership con il Politecnico di Milano - dipartimento di Architettura e studi urbani, l'Insmli (Istituto nazionale 'Ferruccio Parri' di Milano) e Fondazione Centro documentazione ebraica contemporanea (Cdec), con il patrocinio del Comune di Milano e dell'Università Bocconi di Milano, e con l'Istituto comprensivo Quintino di Vona e il Liceo linguistico 'Alessandro Manzoni'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata