Il museo di Capodimonte omaggia Ruggero Leoncavallo a 100 anni dalla scomparsa
Il museo di Capodimonte omaggia Ruggero Leoncavallo a 100 anni dalla scomparsa

Arie d’opera al Belvedere con musiche di Puccini, Verdi, Lehàr e lo stesso Leoncavallo. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

Un concerto-omaggio a Ruggero Leoncavallo nel centenario della scomparsa. Così il museo napoletano di Capodimonte intende celebrare il grande compositore italiano domenica 14 luglio, a partire dalle 19 con Arie d’opera al Belvedere con musiche di Giacomo Puccini, Giuseppe Verdi, Franz Lehàr, Libero Bovo e lo stesso Leoncavallo.

Sul palco i solisti Chiara Polese (soprano), Enrico Terrone (tenore) e Angelo Gazzaneo (pianoforte). Al pubblico verranno proproste arie tratte dalle opere La vedova allegra, La traviata, Tosca, Bohème, Turandot, Pagliacci e per concludere con un medley tutto napoletano. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Il pubblico è invitato a portarsi un telo o una copertina da casa per sedersi sui prati.

Dopo il grande successo del concerto sinfonico corale ideato dal Maestro Roberto De Simone che, il 7 e l' 8 luglio, ha portato a Capodimonte una prima esecuzione italiana della Serenade n. 8 K. 286 Re maggiore per quattro orchestre di  Mozart, la Serenata Napolitana di Enrico De Leva-Salvatore di Giacomo per mezzosoprano, coro femminile e tre fisarmoniche (orchestrazione di Roberto De Simone) e una prima esecuzione assoluta di Capomonte poema fotografico d’un valzer digiacomiano per orchestra, coro e quattro pianoforti del maestro De Simone, proseguono quindi i concerti della rassegna del “Luglio musicale” a Capodimonte, antica tradizione sinfonica creata da Raffaello Causa il 6 luglio 1958, e riportata in vita quattro anni fa dal direttore Sylvain Bellenger, sotto la direzione artistica di Elsa Evangelista.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata