Viterbo, esplosione in appartamento: weekend romantico finisce in tragedia
Muore un ventiseienne sbalzato di oltre 5 metri lontano dalla casa

Un weekend romantico finito in tragedia a causa di un terribile incidente. E il bilancio parla di un morto e di una giovane ferita con ustioni serie. Tutto succede a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo, dove la notte scorsa si è verificata una violenta esplosione in una casa di villeggiatura nel comprensorio turistico Torre di Maremma.

Secondo quanto spiegato dai carabinieri a LaPresse sembra che la vittima, un 26enne di origini egiziane, svegliatosi per il freddo (si tratta di alloggi non pensati per l'inverno) abbia tentato di accendere la fiammella della stufa a gas innescando il boato. Nella deflagrazione, che come riferiscono i vicini starebbe stata potentissima, il giovane è stato sbalzato 5-6 metri lontano dalla casa, finendo nel giardino di casa esanime. La compagna, di cui i genitori sono proprietari della casa, è rimasta ustionata nell'incendio ed è stata portata con il 118 all'ospedale Sant'Eugenio di Roma. Non è in pericolo di vita: per lei è stato provvidenziale essere rimasta al piano di sopra, mentre l'esplosione è avvenuta al piano terra dell'abitazione.

PERDITA DI GAS LETALE. L'ipotesi degli investigatori è che ci sia stata una perdita di gas da un tubo forse non in ottime condizioni; in questo modo nella notte la casa si è saturata e non appena il giovane ha tentato di riaccendere la stufa l'esplosione è stata purtroppo inevitabile. I pompieri si sono subito messi al lavoro e hanno prontamente spento l'incendio, con la villetta che è andata completamente distrutta.

Carabinieri e vigili del fuoco stanno ora facendo delle verifiche per stabilire se le tre villette vicine siano rimaste o meno danneggiate. Purtroppo quanto successo nel Viterbese non è stato un incidente isolato nel Lazio: infatti a Civitavecchia una donna di 90 anni è morta dopo il crollo del solaio della propria abitazione. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata