foto da twitter @a_deantonis
foto da twitter @a_deantonis
Violenta grandinata a Pescara: feriti e danni. Chicchi grandi come arance

Il maltempo sulla costa abruzzese: forte pioggia e grandine sulla città: feriti e disagi. Sfondati i parabrezza delle auto, tetti danneggiati. Il sindaco: "E' emergenza"

Una violenta grandinata si è abbattuta su Pescara in una giornata in cui il maltempo ha colpito la costa adriatica. Chicchi grandi come arance hanno provocato alcuni feriti. Infranti i parabrezza delle auto sfondati alcuni tetti. Danneggiate molte spiagge e strutture balneari abruzzesi, fa sapere su Twitter Strade dei Parchi società che gestisce l’autostrada A24 e A25. 

 

"Le strade sono praticamente tutte bloccate, sulla città si è abbattuta una grandine con chicchi grandi come palline da baseball, una cosa mai vista". Così il sindaco di Pescara, Carlo Masci descrive a LaPresse la situazione. "La situazione è di emergenza, sono stati messi in campo tutti volontari della protezione civile, tecnici comunali e ditte private", spiega ancora il sindaco, "subito dopo la grandinata ho sentito il presidente del Consiglio regionale, che si è attivato per la dichiarazione di stato di emergenza". Numerose le barche affondate e gli ormeggi spezzati, mentre i detriti hanno bloccato l'accesso al porto di Ortona.

Situazione difficile anche nelle  Marche. "Appena conclusa la gestione dell'emergenza, iniziamo la ricognizione dei danni pubblici e privati necessari per valutare la richiesta della dichiarazione di stato di emergenza", dichiara David Piccini, dirigente del servizio Protezione civile della Regione. Centinaia le richieste di interventi ai vigili del fuoco e le utenze disattivate, numerose le segnalazioni di alberi caduti, una persona è rimasta colpita

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata