Vibo Valentia, due arresti per l'omicidio di un addetto di un centro di accoglienza
Sarebbero padre e figlio i presunti autori dell'omicidio di Stefano Piperno di Nicotera (Vibo Valentia), il 34enne la cui auto ed il cadavere sono stati trovati carbonizzati nel giugno scorso in località Britto nei pressi del campo sportivo della frazione Preitoni. Nella notte, a Nicotera (VV), i Carabinieri del Comando Provinciale di Vibo Valentia e del R.O.S. hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Vibo Valentia, nei confronti dei due italiani, residenti nel Comune di Nicotera, ritenuti responsabili, in concorso, di omicidio e di occultamento e soppressione di cadavere.