Via Poma, oggi la nomina del perito per super perizia

Roma, 5 dic. (LaPresse) - Inizierà questa mattina, davanti alla Corte d'Assise d'Appello di Roma, la seconda udienza del processo di secondo grado per il delitto di Simonetta Cesaroni, uccisa l'agosto del 1990 in via Poma e per la cui morte è stato condannato in primo grado l'allora fidanzato Raniero Busco. Il 24 novembre i giudici hanno disposto una maxi-perizia sull'ora della morte della ragazza, sulla natura delle lesioni provocate dalle 29 coltellate inferte per ucciderla e sulle modalità di conservazione dei reperti utilizzati per le analisi genetiche. Risposte dovranno essere fornite anche sull'impronta del morso sul seno sinistro della vittima e sulle tracce ematiche trovate su una porta interna dell'appartamento dove fu uccisa la ragazza. Oggi dovrebbe venire nominato il perito incaricato dei nuovi accertamenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata