Vertenza Whirlpool: "Governo e azienda definiscano il nostro futuro"

Le voci degli operai in piazza: "Stanchi di restare nel limbo"

A Napoli nuovo corteo degli operai della Whirlpool dopo la nota con la quale i sindacati Fim, Fiom e Uilm chiedono al ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, di convocare un tavolo sulla crisi della fabbrica il 20 gennaio. "Governo e azienda definiscano il nostro futuro, stanchi di restare nel limbo", è la richiesta dei lavoratori. Sono 420 gli operai che rischiano il posto di lavoro, con la multinazionale americana che intende cessare la produzione entro la fine di marzo. "Siamo stanchi, abbiamo un governo di incapaci. Vadano a casa", tuonano i manifestanti, alcuni dei quali si sono scontrati con le forze dell'ordine.