Verso Reggio Calabria le 45 salme recuperate in mare
La nave Vega della marina arriverà domani mattina, a bordo anche 629 migranti soccorsi

Nave Vega sta viaggiando verso le coste italiane con a bordo i 629 migranti soccorsi ieri nel Mediterraneo e le 45 salme recuperate in mare dopo che un barcone è affondato. La nave della marina militare è intervenuta ieri in quello che è stato il terzo naufragio in tre giorni nel Canale di Sicilia. La nave arriverà nel porto di Reggio Calabria, presumibilmente domani mattina.

LE NAVI VERSO I PORTI ITALIANI. Intanto sono diverse le navi che stanno viaggiando verso i porti italiani con a bordo i migranti soccorsi negli ultimi giorni. A Taranto è arrivata questa mattina una nave militare spagnola con a bordo circa 700 migranti. "Le condizioni di salute dei migranti sono abbastanza buone, stiamo iniziando le procedure standard", riferisce la Marina militare di Taranto. "Non ci sono cadaveri a bordo", precisano. Al porto di Catania ha attraccato il rimorchiatore italiano Vos Thalassa con 900 migranti a bordo, recuperati in mare in diverse operazioni di soccorso. Ad accoglierli gli operatori della croce rossa. Una nave con circa 600 migranti a bordo è in arrivo al porto di Augusta (Siracusa).

I SOCCORSI IN MARE. Nella sola giornata di ieri sono stati oltre 1.900 i migranti soccorsi nel Canale di Sicilia in 16 distinte operazioni coordinate dalla centrale operativa della guardia costiera di Roma. Giovedì ne erano stati soccorsi addirittura 4mila in 22 diverse operazioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata