Verona, litiga in bar con sordomuto e torna con una pistola: arrestato

Verona, 16 set. (LaPresse) - Un 58enne, ubriaco, ha iniziato a provocare un sordomuto che stava giocando a carte con amici in un bar di Verona. Le provocazioni sono continuate fino a quando l'uomo, esasperato, ha spinto il 58enne facendolo urtare contro il tavolino. Il 58enne ha finto di andare a casa ed è tornato al bar con una pistola, legalmente detenuta per tiro sportivo, puntandola contro i presenti.

I carabinieri di Verona sono intervenuti, hanno sequestrato la pistola, una Bernardelli calibro 22 con caricatore inserito contenente 4 colpi, e hanno perquisito la casa del 58enne trovando una carabina ad aria compressa. Entrambe le armi, sequestrate dai carabinieri, sono poi state segnalate alla Prefettura per la revoca del porto d'armi per uso sportivo. L'uomo è stato arrestato per porto abusivo d'arma da fuoco sportiva e per minaccia aggravata dall'uso delle armi. Questa mattina il giudice gli ha imposto la misura cautelare dell'obbligo di firma.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata