Verona, donna fatta a pezzi: fermati convivente e nipote
Il corpo della 46enne marocchina era stato smembrato in una decina di parti con una motosega

I carabinieri del reparto operativo di Verona e della compagnia di Peschiera hanno fermato due persone per l'omicidio e la distruzione del cadavere di Khadija Bencheikh, la 46enne marocchina ritrovata il 30 dicembre in aperta campagna a Valeggio sul Mincio (Verona).

Il corpo della donna era stato smembrato in una decina di parti con una motosega e era stato abbandonato in una zona dove ci sono molti animali selvatici, probabilmente nella speranza che ne venisse cancellata ogni traccia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata