Vercelli, frode da 2,6 milioni in comunità per minori: 6 denunciati
Tra i denunciati anche il direttore sanitario-psicoterapeuta e alcuni amministratori

Un danno erariale di 2,6 milioni di euro è stato accertato dal nucleo di polizia tributaria di Vercelli nel corso di un'indagine su una comunità terapeutica per minori in difficoltà accreditata presso l'Asl cittadina. Sei le persone denunciate, tra cui il direttore sanitario-psicoterapeuta e alcuni amministratori. Gli accertamenti svolti dalle Fiamme Gialle sono stati condotti attraverso l'analisi della documentazione contrattuale stipulata con gli enti pubblici e delle spese sostenute dalla struttura sanitaria. I controlli hanno evidenziato che la comunità ha erogato un servizio ben lontano dagli standard previsti dalla normativa vigente, per quanto riguarda soprattutto le condizioni organizzative e logistiche.

Gli ospiti non ricevevano infatti adeguato supporto educativo e assistenza psicologica. Inoltre, non erano sufficientemente strutturati i percorsi di recupero e le ore di trattamento psicoterapeutico risultavano inferiori a quelle pattuite con la pubblica amministrazione. I minori venivano ospitati in un immobile non adeguato alle loro necessità così come non sempre era adatta ai loro bisogni la somministrazione dei pasti quotidiani. Il Gup del Tribunale di Vercelli ha disposto il rinvio a giudizio dei sei denunciati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata