Venezia, sequestrati 5mila oggetti destinati a vendita abusiva

Venezia, 2 ott. (LaPresse) - Questa mattina la polizia di Venezia, nell'ambito di controlli volti a verificare la regolare presenza sul territorio nazionale di alcuni cittadini stranieri, hanno trovato, vicino a una delle zone sottoposte ai controlli, un locale utilizzato da uno dei controllati come centrale di stoccaggio di merce destinata alla vendita abusiva in piazza. La merce sequestrata, circa cinquemila pezzi, consisteva in impermeabili in plastica, bastoncini per selfie, ombrelli, dardi luminosi e altri oggetti da vendere ai turisti.

Tra gli stranieri identificati, tutti cittadini del Bangladesh, due erano irregolari e quindi sono stati espulsi dal territorio nazionale, uno è stato invece denunciato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Inoltre, sono state contestate tutte le irregolarità di carattere sanitario ed igienico delle abitazioni dei soggetti, per le quali si procederà nei confronti dei proprietari e locatari.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata