Venezia, nava da crociera va a sbattere contro una banchina a San Basilio: 5 feriti
Venezia, nava da crociera va a sbattere contro una banchina a San Basilio: 5 feriti

E' la "Msc Opera" che stava transitando nel canale della Giudecca trainata da un rimorchiatore. Si sarebbe rotto un cavo di traino e la grande unità ha investito un vaporetto attraccato nei pressi. Protesta del comitato "No Grandi navi"

Incidente alle 8.40 di questa mattina a Venezia. La nave Msc Opera, secondo quanto si apprende dai vigili del fuoco, è scarocciata nel Canale della Giudecca andando a sbattere contro una banchina a San Basilio, danneggiando anche un'imbarcazione che si trovava nei paraggi. Stando ai primi rilievi, una persona è rimasta ferita a bordo della nave e altri quattro all'interno dell'imbarcazione. Non risultano dispersi.

Sul posto sono intervenute tutte le squadre disponibili dei vigili del fuoco, compresi i sommozzatori. L'incidente, spiegano i vigili del fuoco, sarebbe stato causato dalla rottura del cavo d'acciaio di traino del rimorchiatore. Il cavo dovrebbe essersi spezzato, e di conseguenza la nave, che prima veniva trainata, ha scarrocciato. Le verifiche sono ancora in corso. Le indagini sono state affidate alla polizia.

Ed ecco il comunicato della MSC, compagnia a cui fa capo la "Opera": "Questa mattina, intorno alle 8.30, Msc Opera in manovra di avvicinamento al terminal Vtp per l'ormeggio ha avuto un problema tecnico. La nave era accompagnata da due rimorchiatori e ha urtato la banchina all'altezza di San Basilio. Contestualmente si è verificata una collisione con il battello fluviale". Sono in corso tutti gli accertamenti per capire l'esatta dinamica dei fatti. La compagnia sta assicurando la massima collaborazione ed è in contatto costante con le autorità locali. La nave al momento è in attesa della messa in sicurezza del battello fluviale e del completamento delle operazioni di sbarco dei passeggeri dello stesso. Non appena ricevuta l'autorizzazione, si sposterà per essere ormeggiata in banchina a Marittima, come previsto, per iniziare le operazioni di imbarco e sbarco dei passeggeri.

Il comitato "No grandi navi" di Venezia, a seguito dell'incidente verificatosi questa mattina nel canale della Giudecca, ha indetto un presidio alle 11 vicino al 'ponte di legno'. "La nave da crociera Msc Opera è andata a sbattere contro la banchina a San Basilio-Zattere e il battello fluviale Michelangelo che era attraccato alla banchina", si legge in una nota. La prossima settimana, secondo quanto si apprende, si terrà una manifestazione organizzata dal comitato No grandi navi - Laguna bene comune.

Danilo Toninelli - "L'incidente di oggi al porto di Venezia dimostra che le grandi navi non devono più passare dalla Giudecca. Dopo tanti anni di inerzia, finalmente siamo vicini ad una soluzione definitiva per tutelare sia la laguna che il turismo". Così su Twitter il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli.

Luigi Brugnaro - "Non è più pensabile che il Canale della Giudecca venga attraversato dalle grandi navi: chiediamo immediatamente l'apertura del Vittorio Emanuele". Così su Facebook il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, in merito all'incidente di questa mattina, causato da una nave Msc che è andata contro alla banchina di San Basilio. "Stiamo aspettando notizie sui contusi. Grazie a tutte le persone che si stanno prodigando. Ho sentito il ministro Danilo Toninelli", scrive il primo cittadino, "siamo sul posto insieme alle forze dell'ordine e mezzi di soccorso. Annullata la Regata e il Corteo della Sensa. In questo momento dobbiamo dare precedenza ai mezzi di soccorso".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata