Velisti scomparsi, Farnesina chiede a Portogallo ripresa ricerche
La moglie dello skipper spezzino: "Sono certa che siano su una zattera ad aspettare i soccorsi"

Il ministero degli Esteri non si dà per vinto sulla sorte dello skipper Aldo Revello e dell'amico Antonio Voinea, i due velisti italiani scomparsi da mercoledì 2 maggio nell'oceano Atlantico, tra le isole Azzorre e la costa portoghese.

Le ricerche sono state sospese dalle autorità portoghesi ma la Farnesina ha accolto la richiesta della moglie dello skipper spezzino 53enne. "Sono certa che siano su una zattera ad aspettare i soccorsi", ha detto Rosa Cilano nel rinnovare l'appello a proseguire ed intensificare le ricerche. E il ministero si è messo all'opera: "La Farnesina, attraverso l'Ambasciata d'Italia a Lisbona, sta compiendo ulteriori passi sulle Autorità portoghesi - ha fatto sapere in una nota - affinché possano riprendere le ricerche dell'imbarcazione a vela con a bordo i due italiani".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata