Vaticano, proclamati sei nuovi santi: 4 italiani e 2 indiani

Città del Vaticano (Vaticano), 23 nov. (LaPresse) - Papa Francesco, pronunciando la formula latina di rito, ha proclamato santi i beati Giovanni Antonio Farina (1803-1888), Kuriakose Elias Chavara della Sacra Famiglia (1805-1871), Ludovico da Casoria (1814-1885), Nicola da Longobardi (1650-1709), Eufrasia Eluvathingal del Sacro Cuore (1877-1952), Amato Ronconi (ca 1226-ca 1292). Si tratta di 4 italiani e due indiani.

Giovanni Antonio Farina, come riferisce Radio Vaticana, visse nel vicentino nel 1800 e, fin da giovane seminarista, si distinse per una predisposizione all'insegnamento. Ordinato sacerdote, nel 1836 fondò le Suore Maestre di Santa Dorotea Figlie dei Sacri Cuori, dedite all'educazione delle fanciulle povere. Nominato prima vescovo di Treviso e poi di Vicenza, per l'opera di carità verso i più bisognosi divenne per tutti il 'vescovo dei poveri'. Morì a Vicenza il 4 marzo 1888 e fu beatificato nel 2001.

L'indiano Kuriakose (Ciriaco) Elias Chavara della Sacra Famiglia nacque in Kerala il 10 febbraio 1805. Fu ordinato sacerdote nel 1829 e due anni dopo pose le fondamenta della prima casa della congregazione dei Carmelitani di Maria Immacolata, di cui fu primo priore generale, e successivamente collaborò alla fondazione della Congregazione delle Suore della Madre del Carmelo. Dal 1861 ricoprì la carica di vicario generale della Chiesa siro-malabarica. Morì nel 1871 e fu beatificato nel 1986.

L'italiano Ludovico da Casoria, al secolo Arcangelo Palmentieri, spiega sempre Radio Vaticana, nacque nella località in provincia di Napoli nel 1815. Entrò a 18 anni nei Francescani Alcantarini divenendo frà Ludovico, per 20 anni insegnò matematica e filosofia, tenendo anche la farmacia del convento. Operò poi per il riscatto dei bambini africani dalla schiavitù. Fondò i cosiddetti Frati della carità e le suore Francescane Elisabettine, dette 'Bigie'. Morì a Napoli nel 1885 efu beatificato nel 1993.

Nicola da Longobardi, al secolo Giovanni Battista Clemente Saggio, nacque nel centro in provincia di Cosenza nel 1650 e ricevette un'educazione cristiana dalla famiglia di origine contadina. Chiese l'abito di San Francesco e nel 1671 emise i voti dei Minimi. Morì nel 1709 e fu beatificato nel 1786.

L'indiana Eufrasia Eluvathingal nacque nel 1877 da una ricca famiglia cattolica di rito siro malabarese che la chiamò Rose. Divenne allieva delle Carmelitane, poi nel 1898 intraprese il noviziato assumendo il nome di Eufrasia del Sacro Cuore di Gesù. Emise i voti due anni dopo nella Congregazione delle Suore della Madre del Carmelo, co-fondata da Kuriakose (Ciriaco) Elias Chavara. Morì nel 1952 e fu beatificata nel 2006.

Amato Ronconi nacque da una ricca famiglia a Saludecio, nel riminese, nel 1226. Fin da giovane visse secondo la spiritualità francescana, dedicandosi all'accoglienza dei poveri, a cui donò tutti i suoi averi. Fondò L'Ospedale dei poveri pellegrini a Saludecio, ora Casa di riposo a lui intitolata. Morì nel 1292 e fu beatificato nel 1776.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata