Vaticano, Papa: Guai all'uomo a causa del quale viene lo scandalo

Città del Vaticano, 21 dic. (LaPresse) - "Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che vengano scandali, ma guai all'uomo a causa del quale viene lo scandalo!". Così il Papa, riportando le parole di Cristo, nel corso dell'udienza nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano con i cardinali e superiori della Curia romana per gli auguri natalizi.

"Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me - ha detto ancora il Papa nella citazione - gli conviene che gli venga appesa al collo una macina da mulino e sia gettato nel profondo del mare". Nel corso dell'udienza il Papa ha voluto dare un catalogo "non esaustivo delle virtù necessarie per chi presta servizio in Curia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata