Vaticano, arrestato per pedofilia arcivescovo Wesolowski con via libera Papa

Città del Vaticano (Vaticano), 23 set. (LaPresse/AP) - L'arcivescovo polacco Jozef Wesolowski, già indagato per pedofilia, è stato arrestato in Vaticano con il sì di Papa Francesco. A darne notizia per primo è stato il Tg di La7. Il Vaticano ha confermato di aver posto il suo ex ambasciatore presso la Repubblica Dominicana agli arresti domiciliari in seguito alle accuse di aver abusato sessualmente di giovani ragazzi del Paese caraibico. Josef Wesolowski è stato dimesso dallo stato clericale dopo che il tribunale vaticano lo ha dichiarato colpevole nel mese di giugno e ha imposto la sua pena più dura: il ritorno alla vita da laico. Un comunicato del Vaticano informa che Wesolwski ha presentato documentazione medica per problemi di salute che hanno impedito un tipo più restrittivo di detenzione. Il Vaticano ha alcune piccole sale di detenzione all'interno delle sue caserme di polizia. Se trovato colpevole Wesolowski potrebbe affrontare il carcere.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata