Vasto incendio a Gallipoli, un morto: i canadair in azione

Paura a Gallipoli (Lecce) dove un vasto incendio ha devastato la macchia mediterranea del Parco di Punta Pizzo. Le fiamme sono state alimentate da un forte vento di scirocco. Una volta spento il fuoco, tra le ceneri è stato ritrovato un corpo carbonizzato. Al momento non è chiaro se si tratti di un uomo o di una donna e se la morte sia stata causata proprio dall'incendio o se fosse antecedente. Sul posto stanno indagando i carabinieri, anche della forestale, e gli agenti del locale commissariato di polizia. L'incendio è partito dalla litoranea vicino a un parcheggio abusivo, sequestrato anni fa alla criminalità organizzata e già oggetto di tre incendi nelle ultime due settimane.

 Le fiamme hanno attraversato in breve la pineta, distruggendo la vegetazione del lato mare. Provvidenziale l'intervento di un Canadair che, arrivato da Lamezia Terme per contribuire alle operazioni di spegnimento dei Vigili del fuoco, ha bloccato il fronte del fuoco, che era arrivato a lambire l'albergo Le Sirene, fatto evacuare per precauzione: gli ospiti sono stati fatti uscire dalle proprie stanze e sistemati nella hall. Paura anche tra i bagnanti, alla vista delle fiamme sulla scogliera. La situazione è tornata alal normalità solo dopo diverse ore. Sul posto due squadre dei vigili del fuoco, anche per mettere in sicurezza i tantissimi bagnanti che nonostante la minaccia del maltempo hanno affollato le spiagge del Lido Pizzo e di Punta della Suina. Solo pochi giorni fa un altro incendio era divampato nella stessa zona. Ingente il danno ambientale.