Valanghe e incidenti in montagna: un morto e un ferito grave in Piemonte
La vittima è deceduta precipitando da un salto di roccia durante una discesa in fuoripista a San Domenico di Varzo in Piemonte

Tre valanghe e un tragico incidente nella giornata di domenica hanno provocato un morto e diversi feriti in Piemonte. Uno snowboarder è morto precipitando da un salto di roccia durante una discesa in fuoripista a San Domenico di Varzo (VB). Sul posto è intervenuta l'eliambulanza del 118 di base a Borgo Sesia, che ha potuto solo recupere la salma per consegnarla alle autorità.

In mattinata il primo incidente è avvenuto nel Vallone di Otro, comune di Alagna Valsesia (VC): tre sciatori sono stati coinvolti da una slavina durante una discesa in fuoripista. L'allarme è stato lanciato da un testimone che ha assistito all'incidente, ma quando è sopraggiunta l'eliambulanza gli sciatori erano riusciti a estrarsi autonomamente dalla massa nevosa e sono scesi a valle senza identificarsi. I tecnici del CNSAS Piemonte hanno bonificato la valanga con l'utilizzo dell'ARTVA (Apparecchio per la Ricerca del Travolto da Valanga), e in seguito intervistato il testimone per accertarsi che non vi erano altre persone coinvolte.

Intorno alle ore 11 due volontari del CNSAS Piemonte hanno lanciato l'allarme per una valanga che aveva travolto una decina di scialpinisti lungo l'itinerario che conduce alla Cima della Piovosa in Val Maria (CN). Per fortuna la massa nevosa era di piccole dimensioni e di neve incoerente per cui un solo scialpinista è stato sepolto, per poi essere estratto illeso dai compagni che erano riusciti a liberarsi autonomamente dalla neve. Una squadra di tecnici li ha in seguito riaccompagnati a valle.

L'incidente più grave è accaduto intorno alle ore 14 nei pressi del comprensorio sciistico di Pian Benot, nel Comune di Usseglio (TO) dove uno sciatore e uno snowboarder sono stati travolti da una valanga durante la discesa di un canale in fuoripista. L'intervento della squadra del CNSAS Piemonte è stata immediata poiché i tecnici erano già sul posto. Lo snowboarder è riuscito a uscire autonomamente dalla massa nevosa, mentre la localizzazione e l'estrazione dello sciatore sono avvenuti rapidamente poiché spuntava dalla neve un suo sci. Tuttavia le condizioni dell'uomo travolto sono subito apparse gravi, i tecnici hanno immediatamente avviato le procedure di rianimazione. Nel frattempo è arrivata in loco l'eliambulanza di base a Torino la cui equipe medica ha preso in carico il ferito, torinese di 36 anni, e lo ha condotto all'ospedale CTO di Torino. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata