Usuraio ucciso dalla 'ndrangheta, arrestati i presunti colpevoli

La polizia di Cosenza ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di due individui, ritenuti responsabili di omicidio aggravato dal metodo mafioso. I fatti risalgono al 22 settembre 2011. Secondo le ricostruzioni, la vittima, Giuseppe Ruffolo, praticava l’usura senza il consenso dei Lanzino-Patitucci, il clan mafioso egemone nella città di Cosenza. L’indagine è stata suffragata dalle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia.